16 Feb

Il controllo di gestione: come muoversi nelle PMI 2° parte

controllo gestione

Il budgeting come strumento previsionale aiuta a giungere alla corretta programmazione dei costi e dei ricavi, grazie alla precisa analisi dei valori realizzati nel passato.

Questo è un documento che l’impresa elabora annualmente per evidenziare i risultati economico-finanziari previsti nell’esercizio successivo.

Il Budgeting, strumento necessari nel controllo di gestione, è una guida fondamentale per l’azione dei manager.

Ogni area dell’azienda dovrà avere un budget di riferimento. Più ci sarà dettagliati in fase di budgeting e più si riuscirà a scandagliare a fondo i costi legati alla commercializzazione del prodotto, passo questo che è fondamentale in una buona stima dei costi.
Il così detto “utile” di un’azienda viene determinato quando riusciamo a razionalizzare nel migliore dei modi i costi della gestione. I costi andranno indagati singolarmente con grane attenzione e dovranno essere considerati nell’attività quotidiana dell’impresa.

Controllo di gestione: i costi

I costi commerciali indicano tutti i costi collegati strettamente alla commercializzazione del prodotto, come ad esempio i costi di logistica o provvigioni. La stima di questi costi è strettamente legata alla quantità del bene o del servizio del quale si prevede la vendita.

Il calcolo delle quantità da produrre è ovviamente connessa alle giacenze iniziali e alle rimanenze finali. A seconda di questi dati stimeremo poi l’occorrenza delle materie prime e della manodopera. Sarà poi da tenere in conto il costo annuo per l’ammortamento dei macchinari in uso, delle attrezzature e degli immobili.

Uno dei punti più ostici riguarda la stima dei costi generali. Tra le spese generali ricordiamo le utenze, le spese di cancelleria, postali ed altre.
Tendenzialmente diciamo che i costi generali non aumentano in proporzione all’aumento del volume d’affari.

Controllo di gestione: gli oneri finanziari

  • Interessi passivi su finanziamenti in corso a medio e lungo termine
  • Interessi passivi su nuovi finanziamenti a medio-lungo termine
  • Interessi a breve termine

Il budget rappresenterà un riferimento, la stella polare, per chi prende le decisioni in termini di ricavi e costi previsti.

Il Reporting

Il reporting è fondamentale nel processo di controllo di gestione dei costi e dei ricavi.

Questo permette di verificare che aspettative e risultati effettivi siano effettivamente in linea. Sono vari i documenti elaborabili dall’azienda a seconda anche del proprio profilo giuridico. Una corretta analisi richiederà il calcolo degli scostamenti: un confronto tra il budget ed i risultati effettivi della gestione.

Key Performance Indicator

Questi segnalano al management il comportamento dell’azienda e sono:

  • Tempestività
  • Forma
  • Personalizzazione
  • Raggiungibilità

Le varie relazioni vanno ad alimentare il Sistema Informativo Aziendale,che vede nella contabilità in partita doppia il proprio punto cruciale.

[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']