04 Mag

Come funzionano gli investimenti dei venture capital

venture-capital

Nel seguente articolo noi di gestionale.co vi aiuteremo a capire cos’è e scopriremo anche il funzionamento di un venture capital.
Il venture capital, per definizione, è l’apporto di capitale di rischio da parte di un investitore per finanziare l’avvio o la crescita di un’attività in settori ad elevato potenziale di sviluppo.
In pratica questo venture capital è una forma d’investimento ad alto rischio, ma che può anche dare ritorni economici eccezionali.
Le persone che fondano o gestiscono un fondo venture capital sono chiamati venture capitalist.

Un fondo venture capital può essere:

  • privato;
  • pubblico;
  • misto;


Venture-capital-schema

Come funziona un fondo venture capital

I venture capitalist quando si costituiscono devono raccogliere capitali rivolgendosi in prevalenza ai fondi istituzionali, come le fondazioni bancarie, gli enti previdenziali, enti pubblici territoriali, le assicurazioni e le banche.

Il venture capital quando investe acquisisce quote della società e aiuta la startup anche a livello operativo, mettendo a disposizione competenze manageriali, tecniche, relazioni che la portino a migliorare. Generalmente il venture capital richiede la presenza nel direttivo della società.

I tre aspetti che convincono il venture capitalist all’investimento sono:

  • un team solido e molto competente;
  • un mercato di riferimento molto ampio;
  • un prodotto/servizio che abbia già vantaggio competitivo;


L’investimento di venture capital si caratterizza per i seguenti elementi:

  • fase di sviluppo: investe in idee imprenditoriali particolarmente promettenti e società in start up nelle prime fasi di vita fin dalle fasi pre revenue, ovvero senza che siano ancora stati approntati i prodotti/servizi da vendere e quindi nella fase di investimento in prodotto;
  • ambiti tecnologici: investimenti in aree ad alto contenuto di innovazione;
  • rischio: lle venture capital investono per lo più in società che sono caratterizzate dalla presenza di un rischio elevato a livello operativo. Questo sta a voler dire che non si ha la certezza di avere un mercato per i propri prodotti.
    Inoltre è molto alto anche il rischio finanziario: l’investitore non sa se riuscirà a recuperare il capitale investito;


Venture-Capitalist

Come creare un fondo di investimento

Prima di creare un fondo di investimento, dovete sapere che i fondi possono essere chiusi o aperti ed esistono anche quattro categorie principali:

  • La prima tipologia è il fondo azionario, dove viene investito il capitale in azioni: solitamente sono rischiosi ma permettono di ricevere un rendimento più elevato;
  • La seconda tipologia di fondi sono quelli bilanciati dove il patrimonio viene investito in azioni ed obbligazioni;
  • La terza tipologia sono i fondi obbligazionari dove i capitali sono investiti in titoli di Stato od obbligazioni di società;
  • L’ultima tipologia sono i fondi di liquidità che investono in titoli a breve termine;



Quando aprirete un fondo di investimento dovrete sostenere anche dei costi. Prima di aprire un fondo dovrete conoscerli al meglio per evitare spiacevoli sorprese.

Il primo costo è quello di ingresso, quello pagato al momento dell’acquisto; il secondo è la commissione di gestione che viene pagata a colui che gestirà il vostro fondo; troviamo, inoltre, la commissione di uscita, qualora decideste di “abbandonare” il vostro fondo di investimento.
In conclusione, per creare un fondo investimenti, dovrete recarvi presso una società di gestione del risparmio che sia autorizzata da Banchitalia o dalla Consob.
Poi una volta che sarete ben informati e decisi ad investire il vostro capitale, quest’ultimo sarà affidato a degli esperti col fine di farvi riavere un capitale più corposo di quello che investito inizialmente.

Principali fondi di venture capital Italia

In questo ultimo paragrafo vogliamo fornirvi alcune informazioni circa i 3 principali fondi di Venture Capital italiani, distribuiti su tutto il territorio e interessati ai diversi settori della digital economy:

  • Innogest SGR: investe in settori caratterizzati da innovazione tecnologica e trend di crescita. La missione di Innogest è di generare elevati ritorni per i propri investitori trasformando iniziative imprenditoriali basate in Italia in aziende di grande successo e player a livello globale;
  • Invitalia Ventures: il Governo Italiano accelera lo sviluppo delle imprese ad alto contenuto innovativo per dare slancio alla crescita. Invitalia Ventures è la SGR chiamata a raccogliere questa sfida. È controllata da Invitalia, l’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo. Venture capital, innovazione e imprenditorialità: queste le chiavi per il successo del progetto. La SGR coinvestirà con venture capital privati nazionali e internazionali, per rafforzare da subito la Venture Industry e le start up innovative Italiane;
  • Key Capital: è una investment company specializzata nel finanziamento e nel supporto di idee imprenditoriali nelle fasi di avvio e primo sviluppo. Le società sono selezionate sulla base dell’appartenenza a settori specifici analizzando la capacità di crescita e la validità dell’idea imprenditoriale. Filosofia: Key Capital opera con un approccio dinamico, innovativo, moderno e aggressivo. Il cuore del lavoro è rappresentato dalla connessione con investitori, consulenti e soprattutto imprenditori;


[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']