27 Gen

Modulo rimborso chilometrico : tabelle aci 2017

rimborso chilometrico

Avere il pieno controllo delle quote e delle percentuali di deducibilità o rimborsi nelle imprese è oggi fondamentale per poter equilibrare il portafoglio strategico ed orientare meglio i budget destinati allo sviluppo dell’impresa. Per questo oggi noi di Gestionale.co vi sveliamo le ultime novità presentate a fine anno riguardo i rimborsi chilometri ACI. In data 22 dicembre 2016 sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale n. 298 le nuove tabelle nazionali dei costi chilometrici di esercizio di autovetture e motocicli per il 2017 quindi quelle che entreranno in vigore dal primo gennaio 2017.

Queste tabelle ACI 2017 contengono i nuovi parametri in base ai quali viene effettuato il calcolo dei rimborsi spettanti ai dipendenti e professionisti che utilizzano il proprio mezzo di trasporto, auto o moto che sia, per attività di lavoro.

Le tabelle, sono utilizzate per la determinazione del fringe-benefit, ovvero della retribuzione in natura che deriva dalla concessione in uso promiscuo ai dipendenti di veicoli aziendali, cioè quelli che vengono utilizzati sia per esigenze di lavoro e per esigenze private.

Quali veicoli rientrano nel rimborso

Le tabelle ACI 2017 per lavoratori dipendenti sono relative alle seguenti tipologie di veicoli:

  • autoveicoli a benzina in produzione;
  • autoveicoli a gasolio in produzione;
  • autoveicoli a benzina-gpl, benzina-metano, metano esclusivo in produzione;
  • autoveicoli elettrici e ibridi in produzione;
  • autoveicoli a benzina fuori produzione;
  • autoveicoli a gasolio fuori produzione;
  • autoveicoli a benzina-gpl, benzina-metano, metano esclusivo fuori produzione;
  • autoveicoli elettrici e ibridi fuori produzione;
  • motoveicoli;


Per ogni singolo veicolo poi viene indicata la marca (Renault, Citroen, Mercedes, Fiat, Opel, ecc…), la serie, il modello, il costo chilometrico da rimborsare al dipendente.

Infine nell’ultima colonna deve essere riportato il valore del fringe benefit annuale da riportare nella dichiarazione annuale. Non è altro che la tassazione applicata in capo al dipendente che assume una quantificazione forfettaria, calcolata come il 30% della percorrenza convenzionale annua di 15 mila Km l’anno stabilita dall’ACI per quel tipo di auto.

risparmio aziendaleCome si calcola questo valore?
Il valore viene calcolato moltiplicando il costo al chilometro dell’autovettura per 15.000 e calcolando quindi il 30% del risultato, quota che la legge attribuisce all’uso privato da parte del dipendente.

Ricordiamo che il costo chilometrico ipotizza una percorrenza annua di 15 mila Km, quella prevista dal Fisco per il calcolo del reddito da indicare in busta paga.

Rimborsi chilometrici: in cosa consistono?

Il rimborso chilometrico non è soggetto a tassazione in capo al dipendente, in quanto non è classificabile come remunerazione, ma come indennizzo per costi sostenuti dal dipendente per conto dell’impresa.
Per quanto riguarda invece il trattamento fiscale in capo all’azienda i limiti di deducibilità sono i seguenti:

  • se il dipendente utilizza una vettura nella sua disponibilità, il rimborso chilometrico è fiscalmente deducibile entro il limite delle vetture di 17 cavalli fiscali ovvero 20 cavali fiscali se alimentate a gasolio;
  • se il dipendente prende a noleggio direttamente una vettura per effettuare la trasferta, il rimborso può avvenire nel limite delle tariffe di noleggio previste per le vetture di 17 cavalli fiscali ovvero 20 cavali fiscali se alimentate a gasolio;


Nel caso in cui venga utilizzata un’auto con una potenza superiore in termine di cavalli fiscali, la deduzione dovrà essere quindi “ridimensionata” conseguentemente. Potrete aiutarvi nei calcoli con dei software online o cheidendo aiuto al vostro contabile e/o commercialista.
Il riferimento da utilizzare per l’individuazione degli importi da prendere in considerazione in relazione ai diversi veicoli è rappresentata dalle tabelle Aci, che vengono aggiornate due volte all’anno.

La gestione del rimborso chilometrico deve quindi essere condotta avendo a riguardo due distinti limiti:

  • un limite di deducibilità fiscale per l’azienda;
  • un limite generalmente superiore al primo di non imponibilità in capo al lavoratore;


Nuove tabelle ACI 2017

tabelle aci 2017 rimborsi chilometrici

Modulo rimborso chilometrico

Come promesso ecco scaricabile un foglio excel con il modello fac-simile per richiedere il rimborso chilometrico e di tutte le note spese dei tuoi dipendenti o collaboratori:

modulo-rimborso-chilometrico

Vi ricordiamo prima di concludere che potrete registrarvi sul sito dell’ACI e sfruttare la possibilità offerta dalla sezione servizi in cui sarà possibile “calcolare i costi chilometrici necessari per quantificare l’importo dei rimborsi spettanti dipendenti o professionisti che utilizzano il proprio veicolo svolgendo attività a favore del datore di lavoro.”

Sul nostro sito web avrete a disposizione una vasta gamma di prodotti software per la vostra azienda: i software gestionali in catalogo sono i più utilizzati dalle PMI italiane. Acquista subito la tua licenza e comincia a sfruttare le potenzialità offerte da questi programmi!

[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']