14 Ott

Start up: nasce, cresce e…cresce!

start up new business

Una Start up attraversa fisiologicamente vari momenti nella sua vita. Insieme allo staff di Gestionale.co andiamo ad analizzarli e a darti consigli “passo dopo passo” per rendere la tua avventura imprenditoriale quanto più completa e ricca possibile.

1. La nascita

L’entusiasmo, la novità, l’avvio. L’irrefrenabile emozione di aver avviato un progetto in proprio è all’inizio un’iniezione continua di adrenalina. Si ipotizzano manovre, strategie: la dedizione dell’imprenditore è massima e l’ottimismo lo accompagna sempre.

2. La novità cede il passo…

La foga della novità passa e cede il passo alla normalità. Agli obblighi, alla realtà.

Cominciano a farsi largo i primi dubbi, ripensamenti. La burocrazia comincia a far sentire il proprio fiato sul collo.

I clienti da risorse diventano minacce. In questa fase è possibile pensare ad un ridimensionamento o ad un ampliamento. Scelte che peseranno poi sul futuro del’azienda.

3. I cambiamenti

Ogni azienda ad un certo punto deve cambiare. Il cambiamento è necessario per tenere alta l’asticella e restare a contatto con le richieste del pubblico e le aspettative del mercato di riferimento. Un imprenditore consapevole ha nelle sue mani la possibilità di crescita dell’azienda attività mirate e selezionate di marketing, ottimizzazioni dei costi, una buona selezione del personale ed una trasmissione positiva del messaggio aziendale sono le armi vincenti.

4. La sopravvivenza o l’adattamento

Si, sopravvivenza e adattamento sono le due facce della stessa medaglia del business. Un imprenditore capace, come detto, riesce ad adattare la propria impresa alle richieste del mercato e ne permette non solo la sopravvivenza ma anche la crescita. Perché, è vero che le aziende che riescono a superare la fase di fisiologico declino sono poche, ma una volta passato questo fossato, l’imprenditore acquista consapevolezza ed esperienza e l’azienda è destinata a crescere e prosperare nel mare magnum dell’imprenditoria neonata.

5. Il declino (se non si è superato il cambiamento)

Qualora invvece non si riuscisse a superare lo scoglio del cambiamento e dell’adattamento l’azienda e destinata ad un declino irreversibile. Resgresso e fallimento sono le due belve col quale il mercato odierno cerca di azzannare al collo le start up nascenti. Saperle fronteggiare con sapienza tattica e strategica e farsi trovare pronti (e le nostre guide vi serviranno a questo) è lo spartiacque tra un’azienda di successo e un fallimento irreversibile.

 

[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']