01 Mar

Lettore codice a barre, funzione nei gestionali

codiceabarra

Forse non sapete che alcuni dei software presenti su Gestionale.co possono essere usati in magazzino con qualsiasi lettore codice a barre capace di interfacciarsi con il computer. In questo nuovo articolo del magazine, vi mostriamo quali sono le funzioni dei codici a barre, dei lettori e dei terminalini portatili e come si integrano con i nostri software di gestione magazzino.

È ovviamente possibile usare anche dei terminali portatili che scaricano sul computer tutti i codici letti in un sol colpo. Il lettore codici a barre velocizza in maniera davvero sensibile le operazioni di carico e scarico magazzino, ma non solo: anche inserire gli articoli in fattura, fare preventivi e documenti di trasporto sarà più semplice.

Per riconoscere le etichette stampate è necessario che il lettore riesca a leggere la codifica Code 128 o Ean13.

shutterstock_145160614-300x200

Cosa fa il lettore codici a barre?

Per capire cosa fa un lettore codici a barre, occorre spiegare fondamentalmente cosa sia un codice a barre: nel dettaglio, i codici a barre sono scritture numeriche, alfabetiche o alfanumeriche, stampate con una grafica che sia riconoscibile ai lettori elettronici.

Sappiamo che per i codici a barre esistono numerosi standard grafici più o meno usati:

  • UPC,
  • Code 128,
  • Code 39,
  • EAN, etc.

Ad oggi, qualsiasi lettore codice che troviamo in commercio leggono la maggior parte dei codici utilizzati per e nella gestione dei magazzini di tutto il mondo.

I codici, tutti i tipi di codici che vi abbiamo citato, servono ad identificare un oggetto specifico in modo univoco. In tutte le attività ed a tutti i livelli, quando il numero degli oggetti trattati supera una certa soglia, è utile contrassegnarli con un codice univoco, così che la loro gestione e catalogazione sia più semplice e lineare.

Questo sistema di codici risulta molto efficace per tutte le operazioni che riguardano un’azienda: logistica, magazzini, invio fatture, catalogazione oggetti. Avere a disposizione infatti l’ausilio di un lettore codice a barre permette di visualizzare i dati relativi a quel codice letto, e quindi al prodotto catalogato in precedenza.

I codici a barre sono utili perché portano ad un procedimento veloce e con un margine di errore molto ridotto.
Usare i codici a barre ed i lettori di codici a barre con i software di Gestionale.co è semplice ed intuitivo: come primo passo bisogna assegnare ad ogni oggetto un codice a barre. Questo farà si che l’oggetto venga identificato nell’immediato.

Inoltre i software gestionali sul nostro catalogo sono in grado di gestire i codici a barre precedentemente assegnati dai produttori.

Codici a barre: i terminalini portatili

Se si utilizzano i codici a barre nella propria azienda, oltre ai lettori, si possono utilizzare dei particolari terminalini portatili. Questi terminalini sono un particolare tipo di dispositivo che consente di gestire il magazzino anche a distanza senza utilizzare quindi direttamente il PC. Sono inoltre capaci di effettuare più letture in sequenza di codici a barre, indicandone anche la quantità. Inoltre permette, con una sola operazione, di scaricare successivamente questi codici letti sul computer e quindi di velocizzare le tante operazioni di lettura dei codici a barre.

[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']