23 Mag

Fatturazione elettronica tra privati, quello che c’è da sapere

fatturazione elettronica privati

La fattura elettronica può essere utilizzata tra privati ormai dal 2004. Un nuovo Decreto Legislativo però favorirà questa prassi grazie ad incentivi e offrendo un servizio gratuito per la fatturazione a carico dell’agenzia delle Entrate.

Il D.Lgs n. 52/2004 in attuazione della direttiva 2001/115/CE è quello che regola la fatturazione elettronica tra privati.

Decreto legislativo emandato e modificato dal D.Lgs n. 18/2010 (di recepimento delle direttive 2008/8/CE, 2008/9/CE e 2008/117/CE che hanno modificato anche la direttiva 2006/112/CE). successivamente tutte le modifiche apportate al Decreto IVA 633/1972, con la legge di stabilità del 2013 e le circolari dell’Agenzia delle Entrate n. 12 del 3 maggio 2013 e n. 18 del 24 giugno 2014 si è voluto spingere ulteriolmente la diffusione della fatturazione elettronica fra privati. Quindi i passi successivi sono stati: l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri di un decreto legislativo che introduce misure che, grazie alla riduzione degli adempimenti amministrativi e contabili a carico dei contribuenti, aumentino sensibilmente l’uso della fattura elettronica e la trasmissione informatica dei corrispettivi. Tutto ciò porta ovviamente anche ad un miglioramento dei sistemi di tracciabilità dei pagamenti.

fatturazione elettronica tra privati

Gli incentivi offerti dal decreto riguardano le semplificazioni ed i rimborsi IVA più veloci.

Queste le parole dei protagonisti:

Luigi Casero,viceministro dell’Economia ha sottolineato come la fatturazione elettronica sia «uno stimolo alle imprese, e uno strumento in grado di far fare al paese un salto di qualità».

Uno svecchiamento dal punto di vista tecnologico. L’obiettivo è quello di arrivare, in poco tempo, a un archivio centrale digitalizzato come quello dei più grandi paesi occidentali. Una semplificazione che viene incontro agli utenti finali ma che punta a segare le gambe all’evasione fiscale.

Quindi dal 1° gennaio 2017 i privati potranno inviare in via telematica all’Agenzia delle Entrate tutte le fatture emesse e ricevute riguardanti le operazioni IVA effettuate.

Ricordiamo altresì che è già operativo l’obbligo di fatturazione elettronica verso la pubblica Amministraziona, dati ufficiali di Unioncamere, nei primi sei mesi di operatività raccontano di oltre 20mila imprese che hanno utilizzato i servizi camerali emettendo quasi 43mila fatture elettroniche.

Il decreto legislativo in esame prevede anche delle novità circa le nuove modalità semplificate per i controlli fiscali. Controlli che saranno effettuati anche da remoto snellendo di molto la burocrazia a carico dei contribuenti. L’abolizione dello scontrino fiscale è un’altra novità prevista dallo schema di legge. Una novità molto succosa che i nostri esperti tratteranno molto presto.

[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet_bg']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']
[data-image-id='gourmet']